seguici su facebook   english version   Comune di Montebelluna

BIBLIOTECHE AREA MONTEBELLUNESE

HOME
SQUADRA CACCIAFANTASMI E LA PISTA DI GHIACCIO
©Beisler
Cornelia Funke
SQUADRA CACCIAFANTASMI E LA PISTA DI GHIACCIO
illustrato da Fréderic Bertrand
Beisler, 2015


 da 9 anni




Link al catalogo




Tom è uno di quei ragazzi che non amano le cantine buie e proprio a lui capita di doverci andare e di trovarci un fantasma, Ugo. Per fortuna si tratta solo di un FAMI (Fantasma Mediamente Inquietanti) e non di FAMOR (Fantasma Molto Ripugnanti), ma questo lo scoprirà solo dopo. Per fortuna la nonna di Tom ha una buona amica che nelle situazioni critiche sa come usare la terra di cimitero!

"Il corridoio stretto e freddo sul quale si affacciavano le porte delle cantine era illuminato debolmente e come al solito faticò a infilare quella dannata chiave nella serratura. Quando spinse la porta, questa si aprì con un cigolio sinistro. Un antro nero e ammuffito si spalancò davanti a lui. Tom avanzò coraggiosamente di un passo e cercò con la mano il pulsante della luce. Dove diavolo era finito quel maledetto? Era uno di quegli interruttori antiquati, fatti apposta per slogare le dita. Finalmente. Eccolo. Lo girò. Una misera lampadina si accese e... PUF!, esplose in mille schegge. Tom indietreggiò spaventato e sbatté il gomito contro la porta che si richiese di scatto. BUM! Ora era tutto solo nella cantina buia come la pece. Calma! pensò. Mantieni la calma, vecchio mio. E' solo scoppiata quella stupida lampadina. Ma da quando le lampadine scoppiano così? Aveva la bocca secca e ruvida come carta vetrata. Voleva fare un passo indietro, ma le scarpe si erano incollate a qualcosa per terra. Sentiva il rumore del proprio respiro. Poi udì un lieve fruscio..."