seguici su facebook   english version   Comune di Montebelluna

ARCHIVIO NEWS

HOME
07/03/07
LA FINE DEL PETROLIO. Quali energie per il futuro?
Archivio News


LA FINE DEL PETROLIO. QUALI ENERGIE PER IL FUTURO?  

Mercoledì 7 marzo 2007 ore 20.45

Fonti di energia: fase attuale e  prospettive future
Relatore: Marco Rossi

Mercoledì 14 marzo 2007 ore 20.45

Uso razionale dell’energia, risparmio energetico e fonti rinnovabili in edilizia
Relatore: Paolo Ermani  

Ore 20.30 Premiazione dei vincitori del concorso comunale ‘Risparmiando inquino meno’ per l’efficienza energetica degli edifici  

Mercoledì 21 marzo 2007 ore 20.45

La fine del petrolio a basso costo e la fusione termonucleare controllata
Relatore: Emilio Martines  

Liceo ‘Primo Levi’ di MontebellunaCittà di Montebelluna  -  Assessorato Ecologia e Ambiente  

LA FINE DEL PETROLIO. QUALI ENERGIE PER IL FUTURO?  

Ogni giorno nel mondo vengono bruciati oltre 80 milioni di barili di petrolio. Negli ultimi 15 anni sono stati consumati più petrolio e gas che in tutte le epoche precedenti e si stima che, ai ritmi attuali, le riserve di petrolio dureranno 30-40 anni; poco più di 60 anni quelle di gas.  

Avremo così bruciato in meno di due secoli gli idrocarburi formatisi in centinaia di milioni di anni, con conseguenze sul clima che hanno iniziato ad essere evidenti a tutti.  Si avvicina quindi la fine del petrolio, combustibile che oggi copre il 36% del fabbisogno di energia mondiale (e ben il 45% del fabbisogno italiano). Sarà poi la volta del gas. 

E dopo?
Il carbone quanto ci basterà? L'idrogeno sarà la soluzione? O chi lo sostiene ci vende fumo? Che quota di energia viene prodotta oggi con fonti rinnovabili, come il sole, il vento e le biomasse, e quanto potrà crescere in futuro? Che dire dell'energia nucleare da fissione e da fusione? Facciamo abbastanza per il risparmio e l'efficienza energetica?  

I RELATORI 

Mirco Rossi
Già coordinatore per Enel dei rapporti con le scuole, è docente in molti corsi su tematiche energetiche e ambientali. 

Paolo Ermani
Esponente dell'associazione PAEA, Progetti Alternativi per l'Energia e l'Ambiente; esperto di efficienza energetica in edilizia; collaboratore del Centro per l'energia e l'ambiente di Springe (D). Sin dal 1988 è stato visitatore presso i maggiori centri europei che si occupano di energie rinnovabili e risparmio energetico. 

Emilio Martines
Laureato in fisica presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, ha conseguito il dottorato di ricerca in Energetica presso l'Università di Padova. Dal 1995 ricercatore presso l'Istituto Gas Ionizzati del CNR di Padova, si dedica allo studio di plasmi confinati magneticamente per la realizzazione della fusione termonucleare controllata. Membro del comitato scientifico della sezione italiana dell'Association for the Study of Peak Oil.