seguici su facebook   english version   Comune di Montebelluna

CALENDARIO EVENTI

HOME
MARZO 2018
L M M G V S D
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
APRILE 2018
L M M G V S D
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
MAGGIO 2018
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
GIUGNO 2018
L M M G V S D
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30  
mostra > LE SCATOLE INVISIBILI. Dall'ascolto alla materia
Biblioteca di Montebelluna
Mostra personale di Gianna Albertin

 

LE SCATOLE INVISIBILI
Dall'ascolto alla materia

 

"Le mani plasmano contenitori di emozioni, storie, pensieri operando una sorta di "trasformazione materica" di ciò che materia non è. Forme, segni e colori rendono visibili vissuti che contenitori invisibili custodiscono dentro di noi. C'è una scatola della memoria in ognuno di noi che raccoglie preziosi ricordi, immagini, sogni e desideri di quel luogo immaginario che chiamiamo infanzia. ci sono scatole buie e rigide come gabbie, labirinti e prigioni che tengono in ostaggio le nostre energie vitali. Altre aperte e comunicanti, laboratori attivi in un divenire fecondo che pensa e costruisce le nostre storie. L'artista Gianna Albertin attinge a un serbatoio interiore che ha costruito dentro di sé lungo il corso della sua lunga esperienza di psicoterapeuta. Lo sviluppo di un contenitore o spazio mentale, processo lungo e necessario, è lo strumento che il terapeuta utilizza per dare accoglienza, forma, nome, e quindi una sopportabilità, a emozioni e a vissuti interiori, che originariamente sembrerebbero essere privi di confini, limiti e significato. E' un lavoro paziente e creativo, di ascolto ed elaborazione, di accoglienza e restituzione. Pensiero e creatività sono ancora oggi gli strumenti che guidano la ricerca delle sue mani; l'artista Gianna Albertin incontra la materia informe per estrarre una forma visibile e per raccontare, rivelandoci un senso delle esperienze vissute. La mostra si propone come una narrazione personale e libera, l'artista ha seguito il proprio filo invisibile tessendo per noi una trama evocativa e aperta, mai satura di significati."
Lorena Marcassa

 

Sabato 3 marzo ore 18.00
INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA

 

Venerdì 9 marzo ore 20.30
INTRECCI DI MEMORIE E NUOVE DECLINAZIONI DEL FEMMINILE
Incontro con la dott.ssa Antonella Pellizzon

 

Venerdì 16 marzo ore 20.30
LA MATERNITà INCONTRA I CAMBIAMENTI
Incontro con la dott.ssa Enrica Corletto

 

 

CURATRICE DELLA MOSTRA:
Lorena Marcassa

ARTISTA:
Gianna Albertin

 

ORARI:
Lunedì h. 15.00-19.00
Martedì h. 9.00-19.00
Mercoledì h. 9.00-19.00
Giovedì h. 9.00-19.00
Venerdì h. 9.00-19.00
Sabato h. 9.00-12.30 / 15.30- 18.30
Domenica h. 10.30-12-30 / 15.30-18.30

 

Ingresso libero

 https://www.facebook.com/events/1735535769801422/?ti=cl

 

INFORMAZIONI
Telefono 324 8928167 / 331 2281 541